• Trasimemo – Banca della Memoria

    TrasiMemo è un progetto di “attivazione” delle memorie, di riconoscimento e di tutela dei patrimoni culturali di comunità, messi in valore grazie alla costruzione partecipata di un archivio virtuale e mediante alcune installazioni museali. Il progetto contribuisce a restituire “risonanza” e “visibilità” ai saperi artigianali nella zona del lago Trasimeno; documenta le pratiche, i processi culturali e i contesti sociali legati alla loro fruizione collettiva, così da riconoscerne una pubblica funzione sociale. È pensato per far parlare i saperi artigianali attraverso l’uso delle forme espositive che caratterizzano la museografia etnografica contemporanea: raccontare le persone, le loro storie, i loro mondi, lasciando alla materialità degli oggetti il ruolo di intermediario simbolico. Le persone che hanno lavorato e che lavorano in questo territorio trovano così uno spazio dove raccontare le proprie vite di artigiani, di bricoleur, di hobbisti, di appassionati collezionisti, di restauratori, di artisti, di inventori e dove progettare future prospettive professionali. TrasiMemo non vuole essere un deposito della memoria, ma uno spazio pubblico di coinvolgimento educativo, ludico e di dibattito, in cui residenti e visitatori possano riconoscersi e confrontarsi. Un osservatorio privilegiato per l’apprendistato di sguardi competenti sui saperi artigianali del Trasimeno e sui processi di costruzione delle tradizioni ad essi connesse. Il lavoro è stato portato avanti in base a idee, suggestioni e decisioni condivise nel “Tavolo allargato partecipativo”, costituito dall’Amministrazione Comunale di Paciano, dalla Scuola di specializzazione in Beni demoetnoantropologici dell’Università degli Studi di Perugia (in convenzione con le università di Firenze, di Siena e di Torino) e da molte associazioni di Paciano e della zona del Trasimeno. L'allestimento museale si trova nel piano terra di Palazzo Baldeschi nel centro storico del Comune di Paciano. www.trasimemo.it Ricerca / Communication Design / Allestimento museale
  • Umbria tradizioni in Cammino

    Umbria Tradizioni in Cammino è un progetto dell’Associazione Sonidumbra in collaborazione con il CEDRAV (Centro per la Documentazione e Ricerca Antropologica in Valnerina e Dorsale Appenninica umbra), un’idea d’intervento sui temi specifici della tradizione, un modello di valorizzazione  che coniuga approfondimento–spettacolo-cultura permanente del territorio. L’idea alla base del progetto è quella di favorire la cooperazione dei vari soggetti che ruotano intorno al FOLK e cioè gli esecutori tradizionali, i gruppi spontanei, i gruppi di riproposta, i gruppi folk, il mondo accademico, le istituzioni, i ricercatori, fotografi, operatori professionisti, fino ai  semplici appassionati delle tradizioni; una possibilità di offrire approfondimenti, spettacoli, momenti di studio, concerti, conferenze in uno stesso contenitore che valorizzi e faccia comprendere la ricchezza della diversità dei vari approcci al  “popolare”. Communication Design Allestimento museale Novembre - Dicembre 2012

  • Dalla Terra alla Luna

    Progettazione e allestimento della mostra temporanea Dalla Terra alla Luna presso il Palazzo della Corgna di Castiglione del Lago.  
    La mostra vuole testimoniare un percorso simbolico che collega il giocattolo, nella sua evoluzione tecnologica, legandolo all’esperienza del volare e delle sue declinazioni. Dalla terra alla luna, come nel celebre romanzo di Jules Verne che ha segnato generazioni di giovani lettori, racconta il sentiero che dalla “volontà di volare” porta fino al cosmo, dall’aeroplano di carta al disco volante e come l’evoluzione del volo abbia infine trovato una sua realizzabilità all’interno di un nuovo “spazio virtuale”, ancora più vasto seppur confinato dentro lo schermo di un videogioco. Nelle due sale che costituiscono la mostra si espongono “giocattoli volanti” dagli anni ’30 fino ai nostri giorni, passando per i “giochi da adulti” rappresentati dai modelli radiocomandati, che volano per davvero e sono oggi appannaggio di appassionati amatori non più bambini. Così come la strada che porta dalla terra alla luna è una strada di distacco dal suolo, la mostra espone gli oggetti partendo dal basso, per poi “appenderli” simbolicamente in cielo. Là dove il distacco diventa più evidente si invitano i giovani visitatori a “giocare con la carta”, a produrre, a firmare e ed aggiungere all’esposizione i propri aerei personali; perché se è vero che la carta è la prima tappa del gioco del volo, è anche vero che è il primo materiale a poter volare davvero, senza bisogno di altri supporti tecnici o tecnologici. La mostra vuole infine proporre anche una riflessione più profonda sul passaggio che ha condotto dal gioco come “manipolazione” dell’oggetto (costruire un aereo, lanciarlo, simularne il volo con le mani e con il corpo, suggerirne il suono) al gioco come controllo di un medium tecnologico: lo schermo e il joypad dei moderni videogiochi dove la simulazione è tutta in mano allo “strumento”. Non si vuole suggerire nessuna nostalgia per desuete abitudini ludiche, solo prendere atto di come è cambiata la dimensione del gioco e di come si immagina di volare oggi rispetto al passato.
  • Federazione Associazioni Folkloriche italiane

    Web site | Responsive design Re-design del sito della Federazione Associazioni Folkloriche italiane. La Federazione nasce con l’intento di supportare e tutelare l’attività delle realtà associative della tradizione popolare italiana. www.fafit.org  
  • Impara l’arte

    Progettazione grafica del Poster per l'evento didattico dell'associazione Sonidumbra Impara l'arte presso il MAP (Musical Accademy Perugia).
  • Natale tra riti e tradizioni

    Communication design per l'evento Natale Tra Riti e Tradizioni curato da Umbria tradizioni in cammino CEDRAV e Sonidumbra